Print Friendly, PDF & Email

Il grande sepolcro collettivo nuragico, di m 27 di lunghezza complessiva, è il frutto di due momenti costruttivi.

La maestosa tomba di giganti di Li Lolghi è situata su un rialzo collinare, nell’entroterra arzachenese.

Le tombe di giganti assolvevano anche alla funzione di luoghi di culto in onore dei propri antenati.

Tomba di giganti Li Lolghi

Complesso nuragico Tomba di giganti Li Lolghi

Tomba di giganti Li Lolghi

La tomba di giganti Li Lolghi svetta maestosa su un rialzo collinare, in regione Li Muri.
Il grande sepolcro collettivo nuragico, di m 27 di lunghezza complessiva, è il frutto di due momenti costruttivi.
Durante l’età del Bronzo Antico (intorno al 1800 a.C.) è stata costruita una tomba costituita da un dolmen allungato; successivamente, durante il Bronzo Medio (presumibilmente intorno al 1600 a.C.), venne aggiunto un lungo corridoio sepolcrale, a una quota inferiore rispetto alla parte più antica della tomba, che si conclude con una sorta di edicola a due piani che presumibilmente doveva accogliere offerte particolari.
L’inumazione dei defunti avveniva probabilmente dall’alto, mediante la rimozione di una delle lastre di copertura del vano sepolcrale.
Nello stesso momento venne aggiunta l’esedra, spazio semicircolare delimitato da lastre infisse nel terreno con al centro una grande stele centinata monolitica, alta m 3,75 e decorata dalla consueta cornice in rilievo. Alla base si trova un portello da cui venivano introdotte delle offerte all’interno della tomba.
Tutta la parte retrostante l’esedra, che comprende il corridoio tombale e il dolmen, venne inclusa in un grande tumulo di terra e pietrame, i cui resti sono tuttora visibili.
Lo scavo del monumento ha restituito numerosi reperti, soprattutto ceramici, appartenenti alle due fasi costruttive della tomba.
Il tipo di recipienti e la loro collocazione fanno ipotizzare che fossero utilizzati per le offerte di cibi nell’ambito di pasti consumati in onore dei defunti.
Le tombe di giganti assolvevano anche alla funzione di luoghi di culto in onore dei propri antenati, ma anche di simboli del possesso e controllo del territorio, come suggerisce la grandiosità di questi monumenti.

Tomba dei Giganti

É il nome popolare con cui si indicavano tali strutture, per via delle loro grandi dimensioni.
Si caratterizzano infatti per un lungo corridoio sepolcrale (dove venivano sepolti i defunti) e una facciata semicircolare (esedra) che delimita uno spazio cultuale, dove la comunità svolgeva dei rituali in onore dei propri antenati.

Dolmen

É una tomba megalitica costituita da una camera racchiusa tra due grandi lastre parallele infisse verticalmente nel terreno e coperta da una o più lastre disposte orizzontalmente che poggiano su quelle verticali (schema trilitico).

Dove siamo

Parco Archeologico Arzachena Tariffe

Biglietto cumulativo incluso complesso La Prisgiona

  • Intero
  • 1 Monumento € 3,50
  • 2 Monumenti € 6.00
  • 3 Monumenti € 8.50
  • 4 Monumenti € 11.00
  • 5 Monumenti € 13.50
  • 6 Monumenti € 16.00
  • 7 Monumenti € 18.00
  • Ridotto (>20 pax)
  • 1 Monumento € 3.00
  • 2 Monumenti € 5.00
  • 3 Monumenti € 7.50
  • 4 Monumenti € 9.00
  • 5 Monumenti € 11.50
  • 6 Monumenti € 13.00
  • 7 Monumenti € 14.50

Biglietto cumulativo escluso complesso La Prisgiona

  • Intero
  • 1 Monumento € 3,00
  • 2 Monumenti € 5.00
  • 3 Monumenti € 7.50
  • 4 Monumenti € 10.00
  • 5 Monumenti € 12.50
  • 6 Monumenti € 15.00
  • Ridotto (>20 pax)
  • 1 Monumento € 2.50
  • 2 Monumenti € 4.00
  • 3 Monumenti € 5.50
  • 4 Monumenti € 8.00
  • 5 Monumenti € 9.50
  • 6 Monumenti € 11.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi